10 malattie mortali causate dal fumo

Home/Notizie/10 malattie mortali causate dal fumo

10 malattie mortali causate dal fumo

Il fumo non è solo la causa di una serie di malattie croniche (permanenti) ma anche la principale causa di morte negli Stati Uniti. Questi disturbi si sviluppano nel tuo corpo quando sei un fumatore accanito ma, purtroppo, anche quando sei un fumatore occasionale. A dimostralo sono una serie di studi scientifici.

In questo articolo abbiamo raccolto 10 malattie, provocate dal fumo e pericolose per la tua salute, contraibili sia da un fumatore accanito sia da un più tranquillo fumatore occasionale.

 

Lista di malattie causate dal fumo

1. Enfisema

Il fumo può causare una serie di disturbi polmonari noti come: Malattie Polmonari Ostruttive Croniche (COPD).

L’enfisema in particolare è causato quando una persona ha difficoltà a respirare a causa della distruzione degli alveoli nei polmoni.

I polmoni sani infatti hanno milioni di minuscole sacche d’aria utili ad assorbire l’ossigeno mentre respiriamo e trasferirlo al sangue. Il fumo danneggia e rompe queste piccole sacche d’aria riducendo così la quantità di ossigeno assumibile dal nostro corpo. Più queste rotture si fanno gravi, maggiore sarà la fatica di respirare, anche quando si riposa.

Questa condizione può essere rallentata smettendo di fumare ma non può essere curata o invertita.

Leggi anche:In che modo il fumo di sigaretta influisce nei polmoni

 

2. Bronchite cronica

Un’altra malattia COPD comune fra i fumatori è la Bronchite Cronica.

Il fumo infatti può causare l’infiammazione delle vie aeree provocando Tosse Cronica, riconoscibile in modo evidente nei fumatori accaniti.

La Bronchite Cronica si ha quando le vie aeree secernono una quantità troppo elevata di muco costringendo la persona a tossire.

Questi attacchi di più colpi di tosse incessanti portano all’ostruzione delle vie aeree e a delle infezioni polmonari.

Smettere di fumare può aiutare a tenere sotto controllo i sintomi, la bronchite cronica purtroppo però non può essere invertita.

 

3. Asma

Secondo lo studio di ricerca Americano: “American Academy of Asthma, Allergy, and Immunology” una persona su 12 (circa 25 milioni, o l’8% della popolazione degli Stati Uniti) ha l’asma, una condizione in cui le vie respiratorie si restringono e si infiammano, causando respiro sibilante e ostacolando la capacità di fare esercizio.

Il fumo provoca irritazione nelle vie aeree aumentando le possibilità di innescare un attacco di asma improvviso e grave.

Le donne in gravidanza devono prestare particolare attenzione al fumo. Alcuni studi hanno dimostrato come l’esposizione prenatale è associata all’aumentare di tre volte delle possibilità di generare sintomi di asma nella vita del bambino, nonché a quasi quattro volte il numero di visite al pronto soccorso legate all’asma.

Leggi anche: Fumo in gravidanza

 

4. Malattia Cardiovascolare

Non sono solo i polmoni ad essere a rischio.

Gli studi hanno dimostrato come il fumo aumenti la frequenza cardiaca, stringe le arterie principali e causi un ritmo cardiaco irregolare mettendo in serie difficoltà il cuore.

Il fumatore causa un aumento della frequenza cardiaca quando sei a riposo e, ancora di più, quando fai esercizio.

Non esiste una soglia “limite di sicurezza” permissibile da fumare. Anche i fumatori occasionali danneggiano il loro cuore e i loro vasi sanguigni.

Circa il 20% dei decessi per malattie cardiache è stato causato dal fumo. Inoltre, le donne fumatrici che assumono pillole anticoncezionali e le persone diabetiche sono a maggior rischio di infarto.

 

5. Cancro

Il fumo può causare diversi tipi di tumori, incluso il cancro ai polmoni, la principale causa di morte tra i malati di cancro.

Questo perché nelle sigarette è presente un mix tossico di oltre 7.000 sostanze chimiche.

Il Centro per le malattie e la prevenzione Americano sostiene che tra l’80% al 90% dei tumori polmonari negli Stati Uniti siano imputabili al fumo.

Questo purtroppo non è  tutto, il fumo di sigaretta infatti può causare il cancro quasi ovunque nel corpo come: bocca, gola, esofago, stomaco, colon, retto, fegato, pancreas, laringe, trachea, bronchi, reni, alla vescica e alla cervice.

Leggi anche: Sostanze sigaretta

 

6. Ictus

Un ictus si verifica quando c’è un’ostruzione del flusso sanguigno al cervello. Questo provoca la morte delle cellule cerebrali a causa del ridotto apporto di ossigeno.

Può causare disabilità come paralisi, debolezza muscolare, difficoltà a parlare, perdita di memoria e morte.

L’American Stroke Association afferma come l’ictus sia la quinta causa di morte negli Stati Uniti.

Il fumo riduce il colesterolo “buono” (HDL), danneggia i vasi sanguigni e aumenta l’accumulo di placcche (grasso, colesterolo, calcio e altre sostanze) nei vasi sanguigni. Inoltre rende il sangue più appiccicoso e incline alla coagulazione. Ognuna di queste condizioni può aumentare significativamente il rischio di ictus.

 

7. Morbo di Crohn

Gli studi hanno confermato che i fumatori hanno una probabilità 2,7 volte maggiore di sviluppare la malattia di Crohn rispetto ai non fumatori.

La malattia di Crohn è una condizione caratterizzata dall’infiammazione del tratto digestivo; il rivestimento intestinale diventa gonfio causando gravi attacchi di diarrea.

Le persone che hanno il morbo di Crohn e il fumo avvertono riacutizzazioni dei sintomi di Crohn più frequenti, come dolore addominale e diarrea.

Hanno anche maggiori probabilità di avere bisogno di farmaci e ripetere interventi chirurgici per le loro condizioni rispetto ai non fumatori con questa condizione. I ricercatori sospettano che il fumo di sigaretta danneggi le mucose protettive del sistema digestivo, aumentando il rischio di infiammazione.

 

8. Ulcere peptiche

Le ulcere peptiche sono piaghe dolorose che si sviluppano sul rivestimento dello stomaco. Il fumo aumenta l’acidità del duodeno (la prima parte dell’intestino tenue immediatamente oltre lo stomaco) e lo rende più vulnerabile all’infezione da H.pylori, un batterio che è una delle cause delle ulcere allo stomaco.

Il fumo interferisce anche nella funzione gastrointestinale superiore causando il reflusso del contenuto duodenale nello stomaco e la riduzione della produzione di sostanze naturali che proteggono lo stomaco e il duodeno da danni ai tessuti; entrambi contribuiscono alla formazione di ulcere.

 

9. Aterosclerosi

L’aterosclerosi è causata quando il colesterolo, i rifiuti cellulari, il calcio e altre sostanze grasse si depositano lungo il rivestimento delle pareti delle arterie. Queste sostanze restringono o in casi estremi bloccano il flusso di sangue causando diversi problemi tra cui infarti, ictus e ipertensione.

Il fumo è una delle principali cause di aterosclerosi. Le tossine nel fumo di tabacco abbassano il colesterolo buono (HDL) mentre aumentano i livelli di colesterolo cattivo (LDL). La nicotina e il monossido di carbonio nel fumo di sigaretta danneggiano l’endotelio, la superficie interna dei vasi sanguigni, che pone le basi per l’accumulo di placca.

 

10. Diabete

La ricerca ci dice che i fumatori hanno il 30-40% in più di probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2 rispetto ai non fumatori. E le persone con diabete che fumano hanno maggiori probabilità rispetto ai non fumatori di avere problemi con il dosaggio dell’insulina e con il controllo della loro malattia.

I diabetici che fumano sono anche più sensibili a gravi complicanze come la malattia renale, la retinopatia (una malattia dell’occhio che può causare la cecità) e la neuropatia periferica (danno ai nervi di braccia e gambe). La maggior parte di queste complicanze può essere minimizzata smettendo di fumare, seguendo una dieta sana e un moderato esercizio fisico.

Sebbene la maggior parte delle persone fumi per alleviare lo stress, il fumo esercita un’enorme quantità di stress sul corpo. Diventa direttamente e indirettamente la causa di diverse malattie e malattie fatali che possono compromettere gravemente la qualità della tua vita. Non è facile smettere di fumare ma lo sforzo vale la pena di tornare.

 

Eliminare la nicotina nel tuo corpo.

La riflessologia auricolare è un metodo per smettere di fumare che consiste nello stimolare 25 punti del padiglione auricolare destro e 22 punti del padiglione auricolare sinistro tramite un elettrostimolatore.

Questo processo sui ricettori va toglie la causa della dipendenza fisica dal fumo: la nicotina.

Il micromassaggio effettuato dalle onde disgrega la patina dei veleni del tabacco accumulata attorno alle fibre nervose liberandolo istantaneamente dalla schiavitù del fumo, in soli 30 minuti, indolore e senza effetti collaterali.

Successivamente le tossine disgregate entrano nel circolo sanguigno per poi essere eliminate con le urine, la traspirazione ecc. permettendo una completa disintossicazione dell’organismo.

Per questo è diverso da ogni altro metodo: va ad interrompere quel ciclo vizioso nicotina-buon umore, che crea assuefazione e dipendenza.

 

ACQUISTA SUBITO IL TRATTAMENTO PER SMETTERE DI FUMARE IN 20 MINUTI NEL TRATTAMENTO E’ COMPRESO:

  • 1 seduta Antismoking di 20 minuti per smettere di fumare
  • 4 sedute Antismoking GRATUITE in caso di ricaduta o per prevenzione (entro 6 mesi dal primo trattamento)
  • 1 integratore fitoterapico per promuovere il rilassamento e favorire il trattamento Antismoking

Clicca sulla scatola per accedere al pacchetto online:

 

Smetti di fumare in 20 minuti!

 

Di |2020-02-12T11:06:09+01:0016 Gennaio 2020|Notizie|0 Commenti

Scrivi un commento

Torna in cima